Apparato respiratorio anatomia e struttura

Apparato respiratorio anatomia e struttura

Per svolgere le principali funzioni vitali, l’apparato respiratorio ha ovviamente un ruolo fondamentale. E’ l’insieme di organi e strutture che consentono gli scambi gassosi tra l’ambiente esterno e l’interno del proprio corpo.


Si prenderà l’aria ricca di ossigeno nell’ambiente esterno e si espellerà quella de-ossigenata e ricca di anidride carbonica. L’ossigeno è infatti fondamentale per il nostro corpo e per tutte le principali attività biochimiche.
La funzione principale dell’apparato respiratoria è quella appunto di favorire l’ematosi, ovvero il rifornimento di ossigeno di tutti gli organi e tessuti, anche periferici.


Ciò avviene tramite la circolazione del sangue, che porta l’ossigeno dove necessario e poi si ricarica di esso nei polmoni. Per questo si afferma che l’apparato respiratorio è strettamente interdipendente dal sistema cardiocircolatorio.
Ovviamente, visto la sua grande ed importante funzione che ha per l’organismo, l’apparato respiratorio ha una struttura complessa costituito da varie strutture tutte collegate e strettamente interconnesse tra di loro.

Le strutture dell’apparato respiratorio


La prima struttura fondamentale per la respirazione è il naso, considerata come la vera e propria parte iniziale dell’apparato respiratorio. E’ composto principalmente da ossa piccole e cartilagine. Al suo interno troviamo le fossa nasali con la formazione di due canali nasali che permettono di respirare l’aria ossigenata ed espellere l’aria ricca di anidride carbonica.
L’aria respirata dalle narici passa poi dalla faringe, un canale che mette in comunicazione la gola con l’esofago. Nello specifico caso della respirazione, porta l’aria ossigenata presa dall’esterno alla laringe. Quest’ultima è un cilindro cavo che ha il compito di far passare l’aria inspirata ed espirata ai e dai bronchi, attraverso la trachea, una struttura che nella parte terminale si biforca in due alberi bronchiali, destro e sinistro.


I bronchi sono dei condotti di forma cilindrica, divisi in bronco sinistro e bronco destro e, come le strutture precedenti, ha il compito di continuare il passaggio discendente dell’aria respirata portandola ai bronchioli.
Quest’ultimi sono delle diramazioni terminali dal diametro inferiore ad un 1 mm e che si inseriscono direttamente nei polmoni. Gli alveoli polmonari permettono di eseguire gli scambi gassosi con il sangue.
Arriviamo infine alla parte più importante e centrale dell’apparato respiratorio, ovvero i polmoni.


Essi sono i due organi principali che consentono di ossigenare il sangue ed eliminare l’anidride carbonica e sono a stretto contatto con il cuore, tramite la piccola e grande circolazione, per portare il sangue ossigenato a tutti gli organi e tessuti, il nutrimento fondamentale.
I polmoni sono situati nella cavità toracica, separati tra di loro dallo sterno e dalla colonna vertebrale. Superiormente troviamo un’apice che arriva fino alla base collo, mentre in basso si appoggiano ad un’altra struttura, il diaframma.


I polmoni, infine, sono rivestiti dalla pleura polmonare, una specifica membrana sierosa che li ricopre e li protegge. La pleura si divide in parietale, che la ricopre esternamente, e viscerale, una membrana che aderisce internamente al polmone.

Contenuti correlati

Il corpo umano: sintesi dell’anatomia e delle funzioni

Il corpo umano: sintesi dell’anatomia e delle funzioni

L’ acqua come elisir di lunga vita

L’ acqua come elisir di lunga vita

Davvero pietre e cristalli  eliminano disfunzioni o malesseri? Scopri la cristalloterapia

Davvero pietre e cristalli eliminano disfunzioni o malesseri? Scopri la cristalloterapia

Curcuma ed erezione